Monete - GanNumismatica

G.A.N. NUMISMATICA
Vai ai contenuti

Menu principale:

Numismatica Antica > Imperiali Romane
              
MONETE IN OFFERTA
                
In caso in cui l'acquirente non fosse soddisfatto della moneta perché non la ritiene coerente con la descrizione o per altri seri motivi, entro 7 giorni dalla consegna può richiedere di restituire la moneta e  sarà  rimborsato della totale spesa sostenuta. I costi di rinvio sono a carico dell'acquirente.
    
Il costo della spedizione delle monete sarà a carico dell'acquirente.
Saranno spedite ben confezionate in una busta imbottita.
Tramite:
Raccomandata €7,30
Assicurata convenzionale: €8,00
oppure a richiesta in altri modi.

Cliccare sulle icone per ingrandire le foto.
¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤
DOMIZIANO TITO FLAVIO
(Titus Flavius Domitianus)
Roma, 24 ottobre 51 – Roma, 18 settembre 96

Denario in argento, coniato da Tito nella zecca di Roma nel 80 d.C., con riferimento ai cataloghi: Cohen 390 e RIC (Tito)  49 (pesa 3,18 g. e ha un diametro di 17,60 mm).
Al diritto: Testa di Domiziano laureata a destra; con la leggenda: CAESAR DIVI F  DOMITIANVS COS VII.
Al rovescio: Capra in corona di alloro; con la leggenda: PRINCEPS IVVENTVTIS
Qualità qBB  Moneta NC
Questa moneta proviene dall’asta InAsta 63 Lotto n° 736  del 15/03/2016.

Codice 10254 - Stima € 45,00

 
ANTONINO PIO
Titus  Aurelius  Fulvius  Boionius  Arrius  Antoninus .
Lanuvio, 19 settembre 86 – Lorium, 7 marzo 161
 

Denario in argento, coniato nella zecca di Roma nel 147/8 d.C., con riferimento ai cataloghi: Cohen 286 e RIC 163  pesa 3,23 g. e ha un diametro di 17,25 mm .
Al diritto: Testa laureata destra; con la leggenda: ANTONINVS AVG PIVS P P  TR P XI.
Al rovescio: Annona ritta di fronte guarda a sinistra con spighe di grano nella mano destra e posa la mano sinistra su di un modio appoggiato su una nave; con la leggenda: COS IIII.
Qualità qBB.
Questa moneta proviene dall’asta del Titano n° 44 Lotto multiplo n° L10  del 18/06/2013.
 
10281  Stima €35,00
 
FAUSTINA I Madre
Annia Galeria Faustina I .
105 – 140 d.C.

Asse in rame, coniato da Antonino Pio nella zecca di Roma nel 138-141 d.C., con riferimento ai cataloghi: Cohen 149 variante: Nel Cohen la leggenda al diritto manca PII e RIC 1086   pesa 10,90 g. e ha un diametro di 28,15 mm .
Al diritto: Busto drappeggiato a destra, con una acconciatura formata da molte trecce raccolte in un toupe.; con la leggenda: FAVSTINA AVG ANTONINI AVG PII P P.
Al rovescio: La Concordia seduta a sinistra con una patera nella mano destra e con il braccio sinistro si appoggia a una statuetta della Speranza.; Con la leggenda: CONCORDIA AVG. All’esergo SC.
Qualità BB+. Moneta Non Comune NC. Patina originale marrone scuro quasi nera.
Questa moneta proviene dall’asta di Nomisma n° 6 Lotto n° 452  del 22/02/1999.
A richiesta si invia copia della fattura
 
10429 Stima €100,00
FAUSTINA II Figlia
Annia Galeria Aurelia Faustina II .
16 febbraio 125/130 – 176
Denario in argento coniato da M. Aurelio nella zecca di Roma Non Datata, con riferimento ai cataloghi: Cohen 111 e RIC 686 pesa 2,65 g. e ha un diametro di 18,65 mm .
Al diritto: Busto di Faustina con i capelli ondulati, a destra; con la leggenda: FAVSTINA AVGVSTA.
Al rovescio: Hilaritas in piedi di fronte volta a sinistra, con una lunga foglia di palma nella mano destra e un corno dell'abbondanza nella sinistra; con la leggenda: HILARITAS.
Qualità BB+. La moneta ha assunto una patina opaca
Questa moneta la ho comperata da un commerciante Bazzoni Angelo, nel  30/06/1984

10008  Stima €40,00 –

CLODIO ALBINO
193-195 d.C.
Cesare
Decimus Clodius Septimius Albinus .
Hadrumetum, 145 circa – Saona, 19 febbraio 197
Denario in argento, coniato da Septimio Severo nella zecca di Roma nel 194-195 d.C., con riferimento ai cataloghi: Cohen 48 e RIC 7   pesa 2,90 g. e ha un diametro di 17,80 mm .
Al diritto: Testa nuda a destra; con la leggenda: D CLOD SEPT ALBIN CAES.
Al rovescio: Minerva in piedi a sinistra tiene un ramo di ulivo con la mano destra e con la sinistra uno scudo appoggiato a terra, una lancia è posata sul braccio sinistro; con la leggenda: MINER PACIF COS II.
Qualità qBB. Moneta Rara R.
Questa moneta proviene dall’asta per corrispondenza di Nomisma n° 4 Lotto n° 391 del 16/03/1998.

10409  Stima €210,00 –

SEPTIMIO SEVERO
 Lucius Septimius Severus Pertinax .
Leptis Magna, 11 aprile 146 – York, 4 febbraio 211
Denario in argento, coniato nella zecca di Roma nel 202-210 d.C., con riferimento ai cataloghi: Cohen 181 e RIC 264a   pesa 3,10 g. e ha un diametro di 19,30 mm .
Al diritto: Testa laureata a destra; con la leggenda: SEVERVS PIVS AVG.
Al rovescio: Fortuna seduta a sinistra tiene nella mano destra un timone e nella sinistra una cornucopia, nel sedile una ruota; con la leggenda: FORTVNA REDVX.
Qualità BB/BB+. Moneta molto sporca.
Questa moneta la ho comperata da un commerciante Bazzoni Angelo, nel  30/06/1984

10002  Stima €20,00 –

 
VALERIANO I
(Caius Publius Licinius Valerianus).
200 circa – Bishapur, dopo il 260
Antoniniano in mistura argentata coniato nella zecca di Roma nel 253 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 25  e RIC n° 74 (pesa 4,86g. con un diametro di 22,87 mm.).
Al diritto: Busto radiato drappeggiato a destra; con la leggenda: IMP C P LIC VALERIANVS AVG.
Al rovescio:Apollo seminudo con il mantello flottante ritto a destra tira una freccia con l’arco; con la leggenda : APOLINI PROPVG.
Qualità SPL / SPL+.. Argentatura completa tracce di scavo al diritto
 
COD. 10141 Costo €35,00
 
 
GALLIENO
(Publius Licinius Egnatius Gallienus).
Nel periodo di regno congiunto (Joint Reign)
218 – Milano, 268
Antoniniano in mistura argentata coniato nella zecca di Mediolanum nel 257- 258 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 940  e RIC n° 397 (pesa 2,81g. con un diametro di 22,23 mm.).
Al diritto: Busto radiato drappeggiato a destra; con la leggenda: IMP GALLIENVS P AVG.
Al rovescio:La Dea Salute ritta a sinistra con scettro, nutre un serpente che si solleva da un altare; con la leggenda : SALVS AVGG.
Qualità SPL.. Argentatura completa Leggere tracce di scavo.
 
COD. 10077 Costo €35,00
 
 
SALONINA
(Cornelia Salonina).
Nel periodo di Gallieno con regno congiunto (Joint Reign).
?  – Mediolanum, 268
Antoniniano in mistura argentata coniato nella zecca di Roma nel 256-257 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 84  e RIC n° 35 (pesa 3,73g. con un diametro di 21,83 mm.).
Al diritto: Busto diademato a destra con i cappelli a trecce, su luna crescente; con la leggenda: SALONINA AVG.
Al rovescio:La Pietà (Salonina) seduta a sinistra con uno scettro nella mano sinistra porge la mano destra a due bambini di fronte a lei, un altro bambino al fianco del seggio; con la leggenda: PIETAS AVGG.
Qualità SPL.. Argentatura completa.
 
COD. 10172 Coso €45,00
 
VALERIANO II
CESARE
(P. Licinius Cornelius Valerianus).
Ignota la data di nascita e si presume la morte a 15/16 anni.
Moneta postuma.
Antoniniano in mistura argentata coniato nella zecca di Roma nel ? d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° ?  e RIC n° 24 (pesa 3,46g. con un diametro di 22,19 mm.).
Al diritto: Busto(piccolo) radiato drappeggiato a destra; con la leggenda: DIVO CAES VALERIANO.
Al rovescio:Altare illuminato; con la leggenda : CONSECRATIO.
Qualità SPL. Argentatura completa. Alcune macchie di scavo.
 
COD. 10255 Costo €50,00
 
COSTANZO I CLORO
quando era ancora Cesare
Flavius Valerius Constantius .
Illyricum, 31 marzo 250 – Eboracum, 25 luglio 306
Follis in bronzo coniato nella zecca di Ticinum 3ª officina nel 304-305 d.C. Riferimenti ai cataloghi Cohen n° 264 e RIC n° 48a  pesa 10,60g. ed ha un diametro di 28,35mm. .
Al diritto: Testa di Costanzo laureata a destra; con la leggenda CONSTANTIVS NOB CAES.
Al rovescio: La Moneta ritta volta a sinistra tiene una bilancia nella mano destra e una cornucopia nella sinistra. Nel campo una stella; con la leggenda SACRA MONET AVGG ET CAESS NOSTR, all'esergo T T.
Qualità SPL+. Bella patina originale marrone scuro.
Questa moneta proviene dall'Asta di Varesi n° 21 del 4/12/1995 lotto n°  586.

Codice 10228 – Stima € 110.00 –

GALERIO MASSIMIANO
Cesare
Flavius Valerius Constantius .
Felix Romuliana, 250 circa – Serdica, 5 maggio 311
Follis in bronzo coniato nella zecca di Ticino nel 300-301 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 78 e RIC n° 22b  pesa 11,20g. ed ha un diametro di 28,60mm. .
Al diritto: Testa laureata a destra; con la leggenda: GAL VAL MAXIMIANVS NOB CAES.
Al rovescio: Genio seminudo con modio sul capo in piedi a sinistra, versa del liquido da una patera che tiene nella mano destra, e con la sinistra tiene un corno dell'abbondanza.; con la leggenda: GENIO POPVLI ROMANI, all'esergo TSA.
Qualità SPL/qFDC. Moneta Non Comune NC. Bella patina originale marrone.
Questa moneta proviene dall'Asta di Nummus et Ars n° 33 lotto n° 230, del 24/02/2000.

10191  Stima €110,00 –

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Cyzicus nel 317-320 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen N.C. e RIC n° 9 vol VII (pesa 3,37g. con un diametro di 19,20 mm.).
Al diritto: Busto laureato a sinistra, con scettro globo e mappa nella mano destra ; con la leggenda: IMP LICINIVS AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro, con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a sinistra una corona e a destra B , all'esergo SMK.
Qualità BB.
Questa moneta proviene dall’asta InAsta 63 Lotto multiplo n° 7622  del 15/03/2016.

Codice 10056 - Stima  €20,00

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Si tratta di un follis in bronzo con una curiosità o meglio difetto di conio in cui al rovescio vi sono segni evidenti di ribattitura, ma quello che rende la moneta molto particolare è la parola CONSERVATORI ripetuta: IOVI CONSERVATORI CONSERVATORI.
(pesa 2,84g. con un diametro di ↔22,45 ↕21,85 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda:   IOVI CONSERVATORI CONSERVATORI,   nel campo a destra due simboli indefiniti causa ribattitura..
Trattasi di un pezzo   UNICO per collezionisti esperti e amanti delle varietà
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10293 (Stima € 28,00)

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Nicomedia nel 313-317 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 91 e RIC n° 13 vol VII (pesa 2,58g. con un diametro di ↔21,50 ↕21,05 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C VAL LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra N su B, all'esergo SMN.
Qualità BB. Moneta Molto Rara  R3. Evidenti tracce di argentatura, con parte di ossidazione specialmente all’esergo sulla zecca.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10268 (Stima € 26,00)

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Nicomedia nel 313-317 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 91 e RIC n° 13 vol VII (pesa 2,76g. con un diametro di ↔23,85 ↕22,20 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C VAL LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra N su Г, all'esergo SMN.
Qualità BB/qBB. Moneta Rara R2. Evidenti tracce di argentatura, con ossidazione al rovescio.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10263 (Stima € 23,00)

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Nicomedia nel 311-313 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 91 e RIC n° 13 vol VII (pesa 2,57g. con un diametro di ↔23,70 ↕20,90 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C VAL LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra N su Z, all'esergo SMN.
Qualità BB. Moneta Rara R2. Evidenti tracce di argentatura, con parte di ossidazione.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10211 (Stima € 23,00)

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Nicomedia nel 313-317 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 91 e RIC n° 13 vol VII (pesa 3,45g. con un diametro di ↔22,50 ↕21,75 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C VAL LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra N su Г, all'esergo SMN.
Qualità BB/qBB. Moneta Rara R2. Evidenti tracce di argentatura, con leggere macchie di ossidazione.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10284 (Stima € 23,00)

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Nicomedia nel 311-313 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 91 e RIC n° 13 vol VII (pesa 3,30g. con un diametro di ↔21,85 ↕23,70 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C VAL LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila nel becco tiene una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra N su Δ, all'esergo SMN.
Qualità qBB. Moneta Rara R2. Evidenti tracce di argentatura.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10290(Stima € 23,00)

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Nicomedia nel 311-313 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 91 e RIC n° 13 vol VII (pesa 3,72g. con un diametro di ↔21,80 ↕25,30 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C VAL LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra N su Δ, all'esergo SMN.
Qualità qBB/BB. Moneta Rara R2. Evidenti tracce di argentatura, con parti di ossidazione.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10231 (Stima € 23,00)

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Nicomedia nel 311-313 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 91 e RIC n° 13 vol VII (pesa 3,17g. con un diametro di ↔22,20 ↕20,75 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C VAL LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra N su Δ, all'esergo SMN.
Qualità qBB/BB+. Moneta Rara R2. Evidenti tracce di argentatura, con parte di ossidazione al diritto.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10219 (Stima € 25,00)

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Nicomedia nel 311-313 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 91 e RIC n° 13 vol VII (pesa 4,11g. con un diametro di ↔22,05 ↕21,50 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C VAL LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra N su S, all'esergo SMN.
Qualità qBB/SPL. Moneta Rara R3. Evidenti tracce di argentatura, con parte di ossidazione al diritto.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10237 (Stima € 27,00)

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Cysicus nel 312-313 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 91 e RIC n° 105a (pesa 3,44g. con un diametro di ↔19,90 ↕21,85 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C VAL LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra Δ, all'esergo SMK.
Qualità BB/qSPL. Moneta Molto Rara  R4. Evidenti tracce di argentatura, con leggere macchie di ossidazione.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10246 90(Stima € 33,00)

LICINIO
(Flavius Valerius Licianus Licinius).
265 d,C. circa Mesia – Tessalonica (Salonicco), 325 d.C.

Follis in bronzo coniato nella zecca di Antiochia nel 315-316 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 123 e RIC n° 18 vol VII (pesa 3,78g. con un diametro di ↔19,40 ↕21,65 mm.).
Al diritto: Busto laureato corazzato a destra; con la leggenda: IMP LICIN LICINIVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI AVGG NN,  nel campo a destra Г I all'esergo ANT.
Qualità BB/SPL. Moneta Rara R5. Tracce di ossidazione al diritto.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10234 (Stima € 34,00)

COSTANTINO I
(Flavius Valerius Constantinus I).
Naissus, 27 febbraio 274 – Nicomedia, 22 maggio 337

Follis in bronzo coniato nella zecca di Heraclea nel 313-314 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 297 e RIC n° 5 (pesa 3,89g. con un diametro di ↔22,50 ↕23,55 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C FL VAL CONSTANTINVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila che tiene nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI AVGG,  nel campo a destra Є, all'esergo SMHT.
Qualità BB+/BB. Moneta Rara R3. Evidenti tracce di argentatura, con parte di ossidazione sul petto di Giove.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10406 (Stima € 34,00)

COSTANTINO I
(Flavius Valerius Constantinus I).
Naissus, 27 febbraio 274 – Nicomedia, 22 maggio 337

Follis in bronzo coniato nella zecca di Cyzicus nel 313-315 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 291 e RIC n° 3 (pesa 2,55g. con un diametro di ↔22,25 ↕20,05 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C FL VAL CONSTANTINVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra A, all'esergo SMK.
Qualità BB. Moneta molto Rara R2. Piccole tracce di argentatura.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015. A richiesta si rilascia copia della fattura d’asta.

Codice 10291 (Stima € 26,00)

COSTANTINO I
(Flavius Valerius Constantinus I).
Naissus, 27 febbraio 274 – Nicomedia, 22 maggio 337

½ Follis in bronzo coniato nella zecca di Nicomedia nel 313-317 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 291 e RIC n° 12  (pesa 2,50g. con un diametro di ↔20,45 ↕20,05 mm.).
Al diritto: Busto laureato a destra; con la leggenda: IMP C FL VAL CONSTANTINVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI,  nel campo a destra N su Δ, all'esergo SMN.
Qualità BB/SPL. Moneta molto Rara R3. Evidenti tracce di argentatura.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10124 (Stima € 26,00)

COSTANTINO I
(Flavius Valerius Constantinus I).
Naissus, 27 febbraio 274 – Nicomedia, 22 maggio 337

Follis in bronzo coniato nella zecca di Thessalonica nel 312-313d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 310 e RIC n° 61b vol.VI (pesa 3,28g. con un diametro di ↔23,20 ↕22,15 mm.).
Al diritto: Busto laureato, drappeggiato e corazzato a destra; con la leggenda: IMP C CONSTANTINVS P F AVG.
Al rovescio: Giove nudo in piedi a sinistra con un mantello fluttuante sulla spalla destra ha nella mano destra un globo sormontato da una Vittoria e nella mano sinistra e uno scettro; ai suoi piedi a sinistra una aquila con nel becco una corona; con la leggenda: IOVI CONSERVATORI AVGG NN. All'esergo •TS•A•.
Qualità BB. Evidenti tracce di argentatura.
Questa moneta proviene dall’asta Gorny & Mossch - GM – N°229 Lotto multiplo n° 2112 del 12/03/2015.

Codice 10264 (Stima € 26,00)

COSTANTINO II
CESARE
(Flavius Claudius Julius Constantinus)
Arelate, febbraio 317 – Cervenianum, aprile 340

Frazione di follis in bronzo coniato nella zecca  di Siscia 1ª officina nel 320-321 d.C. Con riferimento ai cataloghi Cohen n° 31 e RIC n° 163 (pesa 2,90g. ed ha un diametro di 18,90mm.).  
Al diritto: Testa diademata a destra; con la leggenda: CONSTANTINVS IVN NOB C.
Al rovescio: In corona d'alloro la scritta VOT V; con la leggenda: CAESARVM NOSTRORVM, all’esergo ASIS.
Qualità SPL+/FDC. Moneta Non Comune  NC. Bella originale patina verde scuro.  Foto Schiarita per rendere evidenti i dettagli.
Questa moneta proviene dall’asta del Titano n° 56 Lotto multiplo n° L 32  del 12/02/1994

Codice 10304 (Stima 50 €)

Torna ai contenuti | Torna al menu